San Cipriano. ‘Settimana dell’Amministrazione’: il liceo Segrè progratonista sui beni confiscati

Il consorzio Agrorinasce, Agenzia per l’innovazione, lo sviluppo e la sicurezza del territorio, in occasione della Settimana dell’Amministrazione Aperta 2019, evento, che quest’anno si tiene dall’11 al 17 marzo 2019, ha promosso e organizzato unitamente al Liceo Scientifico ‘E. Segrè’ di San Cipriano d’Aversa un Open day sui progetti finanziati dalle politiche di coesione sui beni confiscati il giorno 15 marzo alle ore 10,30 presso il bene confiscato alla camorra destinato a ‘Centro di aggregazione giovanile per l’arte e la cultura’ gestito dal Circolo Letterario “Maeditactio” sito in via Cagliari n.13, Casapesenna.

La settimana dell’Amministrazione Aperta 2019 coinvolge amministrazioni pubbliche, cittadini e media nazionali e locali, il cui obiettivo è quello di promuovere la cultura e la pratica della trasparenza, della partecipazione e della accountability nelle amministrazioni pubbliche e nella società e la fiducia dei cittadini nelle istituzioni.

Con il progetto “A Scuola di OpenCoesione”, che consiste nel realizzare attività di ricerca e monitoraggio civico dei finanziamenti pubblici finanziari dall’UE, attraverso l’impiego di innovative tecnologie di informazione, comunicazione e Data Journalism, Agrorinasce e i due Istituti scolastici hanno programmato un ambizioso programma didattico e di esperienza sul campo documentando gli studenti sul lavoro che si svolge nel recupero e nella valorizzazione di beni confiscati alla camorra, anche grazie ai finanziamenti comunitari.

Nel corso dell’evento verranno presentati ai gruppi di studenti partecipanti i tre progetti finanziati dal Ministero dell’Interno e dalla Regione Campania e il lavoro di monitoraggio civico che avvieranno gli studenti:

1)      “Centro Polifunzionale con laboratorio artigianale per la produzione di mozzarella di bufala”, nel bene confiscato a Raffaele Capaldo localizzato in Corso Europa a Casapesenna e finanziato dalla Regione Campania per l’importo di euro 1.450.000,00.

2)      “Dopo di Noi. Accoglienza e integrazione per la disabilità”. Bene confiscato a Cipriano D’Alessandro localizzato in via Madonna del Popolo a San Cipriano d’Aversa e finanziato dalla Regione Campania per l’importo di euro 950.000,00.

3)      ‘Centro di produzione e trasformazione del pomodoro nel Comune di Villa Literno’, realizzato su due beni confiscati alla camorra: immobile produttivo confiscato a Gaetano Tavoletta e terreno agricolo confiscato a Pasquale e Antonio Zagaria. Il progetto è stato finanziato dal Ministero dell’Interno per l’importo di euro 1.400.000,00.

Continua il lavoro di monitoraggio civico e territoriale sulle attività che vengono svolte nei tanti beni confiscati alla camorra amministrati da Agrorinasce. – dichiara soddisfatto Giovanni Allucci, Amministratore Delegato Agrorinasce – Sono certo che insieme al Liceo Scientifico di San Cipriano d’Aversa gli studenti che parteciperanno avranno una grande opportunità formativa e di preparazione al mondo del lavoro su temi estremamente importanti per il nostro territorio, come i beni confiscati alla camorra, l’ambiente, l’inclusione sociale e lo sviluppo del territorio”.

Parteciperanno all’evento il dirigente scolastico la Prof.ssa Rosa Lastoria del Liceo Scientifico ‘E. Segrè’ di San Cipriano d’Aversa, i partner di Agrorinasce nella realizzazione del programma didattico, a cominciare dal dott. Giuseppe Guerrini, componente NUVEC dell’Agenzia per la coesione territoriale, i Sig.ri Sindaci dei Comuni di Casapesenna, Marcello De Rosa, San Cipriano d’Aversa, Vincenzo Caterino, e Villa Literno, Nicola Tamburrino.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 51705 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!