Aversa. I ringraziamenti dell’ex vicesindaco Ronza

“A meno di 24 ore dal decreto di scioglimento del Consiglio Comunale e di fatto dell’Amministrazione de Cristofaro voglio fare dei rignraziamenti”. E’ la lettera dell’ex vicesindaco Michele Ronza.

“Grazie ad Enrico per avermi dato la possibilità di fare questa esperienza che mi ha arricchito, dato la possibilità di conoscere tante persone, tante problematiche che per me erano sconosciute. Grazie della fiducia smisurata che hai avuto in me. Ringraziando te ringrazio anche Tobia, nostro inseparabile compagno di viaggio e amico di sempre. Grazie di tutto; Grazie agli amici della Giunta con i quali ho condiviso tanti momenti a volte anche con confronti aspri ma nella direzione del bene per la città; Grazie a tutti i Consiglieri Comunali che hanno riconosciuto in me un punto di riferimento e ai quali devo soprattutto grande rispetto. Nonostante non possa ringraziare gli ex 3 Consiglieri di maggioranza più 1 consigliere definito “neutro” che hanno determinato la caduta dell’Amministrazione devo evidenziare che mi hanno fatto comprendere come gli interessi personali (per alcuni) vanno oltre ogni cosa anche quella che poteva definirsi stima e rispetto; questo è stato un attentato alla mia persona e di questo non transigerò nel futuro a qualsiasi titolo; Grazie al Segretario Generale dott.ssa Anna di Ronza; sempre disponibile, sempre presente anche nei momenti più difficili di questa meravigliosa avventura. Molte cose mi ha insegnato, riecheggia sempre nella mia mente… ‘Michele l’amministrazione va avanti per atti…'”.

“Grazie a tutti i Dirigenti che hanno creduto in me e con i quali mi sono quotidianamente confrontato; abbiamo risolto insieme tante problematiche e raggiunti risultati eccellenti che nessuno può immaginare e che non tutti conoscono. Mai nessuna amministrazione ha prodotto tanto (ci sono gli atti). La speranza che non tutto vada perduto nell’interesse della città; Grazie a tutti i dipendenti dell’Amministrazione e soprattutto quelli direttamenti a me collegati (Lavori Pubblici, Acquedotto, Pubblica Illuminazione, Cimitero, Patrimonio ecc.). Non faccio nomi ma chi legge capirà a chi mi riferisco in modo particolare. Quante corse per partecipare ai bandi di finanziamento della Regione, del Ministero, ecc. E’ ancora in me il ricordo di una lotta contro il tempo; alle 7:00 di una mattina, dopo una nottata per preparare i documenti, siamo riusciti a partecipare ad un bando a sportello raggiungendo lo scopo di acquisto delle goistrine per disabili (a sportello significa che chi prima partecipa vince il bando a partire da un orario e data prestabilita); Grazie ai Consiglieri di minoranza i quali hanno semplicemente fatto il loro mestiere anche se a volte discutibile. Il Grazie più grande va ai Cittadini che ci hanno spronato a più non posso anche attraverso i social. Ci hanno sopportato e supportato. Alcuni forse non sono stati soddisfatti nelle loro aspettative ma, credetemi, la macchina comunale è molto complessa e abbiamo avuto delle difficoltà iniziali superate brillantemante; per non dire altro e… mi fermo qui, per ora. Si poteva fare di più? Certamente, si può fare sempre di più. Tutti abbiamo dato un contributo, Sindaco in testa. Credetemi, io ce l’ho messa tutta per andare avanti. Spero di non aver dimenticato nessuno. Grazie di cuore per avermi dato l’onore e l’onere di questa meravigliosa esperienza”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 53909 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: