(VIDEO) Basket Serie C. Big match amaro per Bellizzi: passa Partenope

Si chiude col successo della capolista Pallacanestro Partenope il big match del 18° turno del campionato di Serie C Gold. Il Semprefarmacia.it Basket Bellizzi cede alla compagine partenopea al termine di una gara giocata alla pari per oltre 30’. A fare la differenza è l’ultimo quarto, con la squadra ospite in grado di tenere alto il ritmo ed imprimere l’accelerata decisiva alla partita. Bellizzi paga la fatica a trovare la via del canestro negli ultimi 10’ di partita ed una situazione falli diventata pesante già nella prima metà di gara.

LA CRONACA. La partenza di Bellizzi è fulminea. Stonkus apre le marcature in penetrazione, Esposito e Trapani sparano dall’arco e firmano l’8-0 di apertura. La risposta di Partenope non si fa attendere, con capitan Garcia Bustamante a menare le danze e firmare il contro-break di 7-0. Spinti anche dal proprio pubblico, i gialloblu sembrano però averne di più ad inizio match. I due liberi siglati da Trapani ricacciano gli ospiti di nuovo a -8 (19-11). La forza della capolista sta anche nella capacità di non disunirsi. I biancoblu, condotti ancora da Garcia, annullano nuovamente il gap. Al primo intervallo è parità assoluta (19-19).

Alla ripresa del gioco, Partenope riesce a mettere per la prima volta la testa davanti. Alunderis e Mbaye firmano il +4 ospite (19-23). Bellizzi si affida allora ancora al tiro da fuori, colpendo con Iannicelli e Stonkus. L’appoggio realizzato da Esposito completa il parziale di 8-0 ed il controsorpasso gialloblu (27-23). A metà quarto, però, coach Sanfilippo è costretto a richiamare in panchina proprio Esposito, gravato già da tre falli. L’andamento della gara si mantiene in sostanziale equilibrio fino alla seconda sirena, con i canestri di Trapani e Moccia che mandano le squadre negli spogliatori sul 35-33.

Al rientro in campo Partenope prova a sorprendere Bellizzi, con Alunderis e Garcia che firmano il break di 5-0. Come accaduto nel primo quarto, però, sono i padroni di casa a prendere in mano le chiavi del gioco. La tripla di Salerno apre il parziale di 9-0, chiuso dal libero di Trapani, che regala a Bellizzi il +6 (44-38) e costringe Patrizio a spendere un time-out. Gli ospiti provano a rispondere con Izzo, ma Iannicelli colpisce ancora da fuori, prima che Mbaye sigli l’ultimo canestro e mandi le squadre all’ultimo intervallo sul 47-43.

L’ultimo quarto è quello che decide le sorti della gara. Izzo apre subito con un 5-0 nei primi 50”. Bellizzi fa una fatica immane a trovare la via del canestro. La pressione difensiva di Partenope porta i frutti sperati ed i padroni di casa muovono il punteggio solo dopo oltre 3’ di gioco. Gli ospiti dimostrano di avere molta più benzina, Izzo e Bustamante salgono nuovamente in cattedra ed infliggono colpi mortali alle speranze di rientro gialloblu. I padroni di casa perdono in termini di lucidità, con troppi errori dettati dalla frenesia di voler rimettere in piedi la partita. La situazione falli diventa drammatica, con Esposito, Di Mauro e Stonkus che raggiungono quota 5 e devono lasciare il campo. Con grande esperienza e personalità, Partenope tiene il controllo degli ultimi minuti di gioco, fino alla sirena finale che chiude il match sul 54-62. I biancoblu espugnano così il “PalaBerlinguer” e consolidano il 1° posto. Malalu e compagni subiscono invece la seconda sconfitta interna della stagione e vengono raggiunti al 2° posto dalla New Basket Agropoli, prossimo avversario dei gialloblu.


IL TABELLINO

BASKET BELLIZZI – PALLACANESTRO PARTENOPE: 54-62
PARZIALI: 19-19 (19-19); 35-33 (16-14); 47-43 (12-10); 54-62 (7-19).

Salerno 3, Spera, Malalu 2, Iannicelli 14, Stonkus 12, Kupchak, Barrella, Di Mauro 5, Sconza N.E., Trapani 13, Esposito 5.

Coach: Antonino Sanfilippo.

PALLACANESTRO PARTENOPE

Fiore, Falco, Izzo 18, Quaranta N.E., Moccia 3, De Martino 4, Luongo 5, Mbaye 4, Erra N.E., Abete N.E., Alunderis 10, Garcia Bustamante 18.

Coach: Vincenzo Patrizio.


Coach Sanfilippo: «Dovevamo finire meglio i quarti. Complimenti a Partenope»

Al termine della gara contro la Pallacanestro Partenope, coach Nino Sanfilippo commenta così la sconfitta: «Siamo arrivati all’ultimo quarto senza energie, mentre loro sono saliti di intensità grazie alla loro fisicità e alla panchina lunga. Non siamo riusciti a capitalizzare quanto di buono abbiamo prodotto e, in una gara come questa, certi errori li paghi. A questo si è aggiunta una situazione falli problematica già nel primo tempo. Gli arbitri sono stati molto bravi a mio avviso, ma credo che ci sia stato qualche fischio che ci ha messo in difficoltà. Al di là di tutto, Partenope ha vinto meritatamente al termine di una gara giocata come al solito con grande fisicità. Complimenti a loro».

Il tecnico fa però anche i complimenti ai propri ragazzi: «Nel complesso, sono soddisfatto della nostra prestazione. Qualche passaggio a vuoto c’è stato ma questo ci sta. Nel nostro roster abbiamo diversi elementi che non hanno mai giocato a questi livelli e l’amnesia può capitare. Il problema è che, contro certe squadre, l’amnesia la paghi cara. Dovremo essere più bravi, nelle prossime partite, a tenere il livello di concentrazione ancora più alto».

Il tecnico sottolinea poi le difficoltà incontrate nell’ultimo quarto: «Abbiamo fatto fatica a muovere il pallone. Erano tutti attacchi di palleggio e non di passaggio. Ci è mancata la capacità di andare in aria con costanza». Sanfilippo individua però la falla altrove: «Dovevamo essere più bravi a finire meglio i quarti. Come già detto, quando abbiamo prodotto uno sforzo per portarci in vantaggio, poi abbiamo chiuso sempre troppo vicini. Alla fine, la loro forza fisica è venuta fuori».

Il coach gialloblu non lascia comunque spazio allo sconforto: «È una sconfitta che pesa come tutte le altre. Ripartiamo facendo, come sempre, il miglior allenamento possibile. Proveremo a migliorarci in alcune situazioni tecniche, perché dal punto di vista dell’impegno non ho nulla da dire ai miei ragazzi».

Scannapieco: «Sconfitta che ci può stare. Niente drammi, campionato lungo»

Dopo la partita, è intervenuto ai microfoni anche il Dg gialloblu Fabio Scannapieco: «Non abbiamo assolutamente demeritato, giocando per oltre tre quarti allo stesso livello di Partenope. Abbiamo pagato, probabilmente, un carico di falli eccessivo durante la gara. Anche le diverse rotazioni tra le due squadre hanno poi inciso sull’esito finale della contesa. Siamo arrivati negli ultimi minuti senza la benzina necessaria e lo abbiamo pagato. La sconfitta ci può però stare, non facciamo drammi perché il campionato è ancora lungo».

Con grande serenità, il Dg stempera anche qualche polemica scaturita in campo da alcune decisioni arbitrali: «Sono cose che ci possono stare, che possono succedere durante una partita. Può capitare che un giocatore venga gravato di falli. È una cosa però normale. Non ci sono frustrazioni»

In chiusura, Scannapieco guarda avanti: «Noi dovevamo e dobbiamo entrare nei play-off, stare nei primi cinque. Oggi siamo secondi e cercheremo, da qui alla fine, di conservare questa posizione per arrivare alla post-season con un eventuale fattore campo a nostro favore».

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 50976 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!