La settimana dello studente del Liceo Jommelli di Aversa

Si è appena conclusa la settimana dello studente del Liceo Jommelli di Aversa. “Si tratta – spiega la dirigente scolastica Rosa Celardo – di un periodo concordato con gli studenti e i docenti, durante il quale si effettuano attività che integrano la normale organizzazione scolastica. La scelta del periodo, come da tradizione, non è casuale ma coincide con la fine del primo quadrimestre e quindi con una settimana in cui non sono programmate verifiche ma attività centrate sul recupero e sul potenziamento”.

Tante le attività proposte dai rappresentanti degli studenti, Francesco Pietro Motta e Luigi Diomaiuta. Ping pong, pallavolo, glee club, cineforum, corso di fotografia, calcio e tennis: queste alcune delle attività svolte dagli studenti, in un clima collaborativo e sereno (predisposto anche un servizio d’ordine). Durante la settimana, sono state realizzate anche diverse uscite didattiche: le classi si sono recate al Museo di Capodimonte, al museo archeologico nazionale di Napoli e alla Chiesa di san Francesco di Aversa (in quest’ultimo itinerario, gli studenti della docente Marilena Mottola hanno fatto da ‘ciceroni’). Altre classi (I, III, IV e V E dell’indirizzo scienze umane), nell’ambito del progetto Roma Capitale, hanno visitato i Musei Vaticani e la Cappella Sistina, accompagnati dalle docenti Maria Rosaria Giordano, Nicoletta Di Ronza e Anna Oliva. Ancora: gli alunni hanno avuto la possibilità di assistere ad una lezione di statistica del professore Bruno Carbonaro dell’Università degli studi Vanvitelli ed alla presentazione del libro “Aeterna la macchia nel sangue” della scrittrice Gabriella Romeo. Una classe, la V D dell’indirizzo scienze umane, ha svolto un tirocinio formativo presso la scuola dell’infanzia Froebel, come progettato dal docente Tommaso D’Alterio. Altre classi terminali hanno partecipato, invece, all’Open Day del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Federico II di Napoli. C’è stato spazio anche per una testimonianza di fede: una delegazione di studenti, nell’ambito della settimana diocesana della vita, si è recata al Teatro Metropolitan per l’incontro con l’attrice Beatrice Fazi sul tema “Ri-nascere si può…”. La settimana si è conclusa con la presentazione del libro “Amiciziare – Granita per la sopravvivenza” di Orlando Limone.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 47644 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!