Connessioni internet e smart home: il 25% degli italiani è ancora offline, ma la domotica continua a crescere

I dati Istat 2018 sulle connessioni in Italia e le preferenze degli italiani in rete

Dalle rilevazioni Istat del 2018 risulta che gli accessi degli italiani alla rete sono aumentati e che è cresciuto del 3,8% anche il numero delle abitazioni collegate a Internet. Tuttavia ciò non toglie che un quarto della popolazione è ancora tagliata fuori dal mondo digitale perché o non può avere una connessione ad internet o non è interessata alla rete.

I dati hanno infatti dimostrato che i nuclei familiari con un’età media molto alta e quelle con un minor livello di istruzione hanno percentuali di connessione alla rete più basse rispetto al resto d’Italia. Viceversa gli accessi alla rete aumentano in presenza di giovani o persone con un titolo di studio superiore. Le differenze sono sostanziali anche tra Nord e Sud Italia: se in cima alla classifica troviamo regioni come Trentino e Lombardia, in fondo alla classifica ci sono invece Molise, Calabria, Campania e Sicilia, con queste ultime due che hanno addirittura peggiorato la loro situazione. Questa situazione influisce negativamente anche sul mercato online, e sulla ripresa delle imprese che hanno, giustamente, deciso di puntare e investire sulle tecnologie e sull’e-commerce.

Intanto, sempre secondo i dati rilevati dall’Istat, gli italiani che accedono alla rete dai dispositivi mobili sono il doppio di quelli che per navigare utilizzano il computer, mentre la maggior parte del tempo trascorso sul web viene speso per inviare messaggi, navigare sui social, fare shopping, o scaricare contenuti multimediali. Oltre che allo svago e all’intrattenimento, la rete è anche diventata una fonte di informazione fondamentale, tanto che spesso si discute del rapporto tra internet e il diritto di accesso alle notizie.

Le nuove tecnologie per accedere alla rete e la crescita della domotica

Fortunatamente in Italia stanno continuando a crescere le offerte per connettersi alla rete, anche grazie all’utilizzo di nuove tecnologie come la rete LTE di Linkem che permette di avere internet senza canone. Il mercato delle telecomunicazioni italiano, dunque, è in grado di fornire nuove possibilità di accesso alla rete che vanno a coprire anche quelle zone in cui il tradizionale collegamento alla rete non era ancora disponibile.

D’altronde la presenza della rete in casa è sempre più importante, infatti la sua diffusione sta contribuendo a fare diventare intelligenti le abitazioni, anche grazie alla domotica che oggi è in grande espansione. Al CES 2019 infatti non c’era un elettrodomestico che non avesse delle caratteristiche “smart”, vediamone alcuni.

Iniziamo dal piega-abiti automatico per gli armadi, in grado di capire che tipo di abito o di biancheria deve piegare (comprese le misure extra-large) e lo fa all’incredibile velocità di 25 capi in soli 5 minuti, e oltre a piegarli li dispone nel cassetto di raccolta.

Anche un semplice specchio può diventare smart, infatti ne è stato presentato uno con tanto di trainer virtuale integrato che offre programmi di allenamento professionali e che funziona grazie a comandi vocali integrando anche una videochat e un software che consiglia prodotti per la bellezza osservando specifiche parti del corpo di chi si specchia.

Non mancavano poi neanche i forni intelligenti che, oltre a poter essere comandati a distanza, consigliano ricette e tipi di cottura in base alle condizioni fisiche e alle diete, con la possibilità di controllare la cottura dei cibi con tanto di videocamera e display da 27”. Un display dal quale visualizzare ricette, fare videochiamate o collegarsi ai servizi di streaming più noti.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 47623 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!