Caserta. Stalli di sosta a pagamento irregolari, Speranza li segnala nel “question time”

Quello presentato dal consigliere Apperti sull’aumento spropositato dell’abbonamento annuale per gli stalli di parcheggio riservati ai residenti, non è l’unica interrogazione che Speranza per Caserta ha predisposto sul tema della sosta a raso in città.

La consigliera Naim, infatti, si è fatta portavoce di numerose segnalazioni e lamentele di cittadini casertani, riguardo stalli di sosta posizionati in maniera palesemente irregolare.

“Abbiamo notato – spiega la consigliera di Speranza – o ci hanno segnalato di parcheggi in corrispondenza di fermate degli autobus, di scivoli per disabili, o accavallate con strisce bianche. Un ginepraio che rende ancor più complicata la vita degli automobilisti, già messi in difficoltà dai vari disservizi (già segnalati da Speranza in altre interrogazioni, ndr) relativi al funzionamento dei totem”.

L’interrogazione, oltre a chiedere lumi sugli stalli irregolari, ritorna anche sul tema dei nuovi parcheggi “blu” introdotti a via Unità d’Italia che hanno ridotto in maniera pericolosa la larghezza della carreggiata, ed in generale chiede se sia nei piani dell’amministrazione comunale una generale verifica degli stalli a pagamento sul territorio comunale.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 45645 posts and counting.See all posts by admin

Translate »
error: Contenuto Protetto!