Caserta. Lion Security, Ugl proclama lo stato di agitazione

Dopo le mancate retribuzioni, risolte dalla UGL Caserta, i lavoratori si ritrovano a fronteggiare altre difficoltà legate ai pagamenti delle spettanze. Tra queste vi sono il versamento del super-minimo e il ritiro dei cedolini che avvengono in luoghi diversi da quelli del lavoro dell’avente diritto. Ancora una volta interviene la UGL Caserta a favore delle eccellenze per ristabilire diritti e doveri delle parti.

“Abbiamo proclamato lo stato di agitazione perché chiediamo a Sicuritalia di far mantenere al proprio fornitore International Lion security gli impegni siglati all’I.T.L. di Napoli per il riconoscimento del super-minino che ad alcuni lavoratori ancora non viene riconosciuto – commenta il Segretario provinciale della Ugl Sicurezza Civile di Caserta Luca Tortora – e chiediamo alla suddetta società di utilizzare mezzi più agevoli per la trasmissione del cedolino paga rispetto al ritiro in azienda che è quello voluto dalla stessa visto che molti dipendenti risiedono a diverse decine di km dalla sede della società. Noi siamo disposti già da adesso all’apertura di un tavolo negoziale, in mancanza del quale, verranno proclamate giornate di sciopero. Il lavoro di presenza in ogni cantiere intrapreso al fianco del segretario Utl Palumbo, prosegue senza sosta e lavoriamo con i lavoratori alla risoluzione delle problematiche che si vanno a creare”, chiosa Tortora.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 51619 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!