Cesa. Contributi proprietari grotte, De Angelis: “Da sindaco Guida, ennesima propaganda politica”

Quella dei contributi ai proprietari delle grotte è un’operazione di propaganda politica”. Lo dice Luigi De Angelis, consigliere comunale di Cesa in quota Centro Democratico.

“Da anni i cittadini di Cesa mettono a disposizione le grotte di cui sono proprietari per eventi di carattere culturale promossi dal Comune o da qualche associazione operante sul territorio di Cesa. Il tutto è sempre avvenuto a fari spenti e a titolo gratuito, con una collaborazione tra Istituzioni, associazioni e privati che ha mirato più alla sostanza che ai riflettori. Né le precedenti amministrazioni né le associazioni o i proprietari che hanno organizzato eventi nelle grotte in passato, hanno pensato o cercato di rendere onerosa e “politica” questa collaborazione. Tutte le parti in causa si sono mosse con umiltà e spirito di servizio, nell’interesse di Cesa. Si vede che tutto ciò non andava più bene all’amministrazione Guida e che anche questo dovesse diventare strumento di consenso elettorale. Su proposta del sindaco, la giunta comunale, il giorno 18/12/2018, ha deliberato di formulare specifico atto di indirizzo al Responsabile dell’Area Amministrativa di individuare per l’anno 2019  una forma di contribuzione per  titolari delle grotte tufacee  censite in catasto che mettono a disposizione tali risorse per eventi o manifestazioni promosse e/o patrocinate dal Comune di Cesa”.

“Una scelta che andrà a creare problemi per il reperimento delle risorse che dovranno essere sottratte ad altre voci di spesa e disparità tra i proprietari delle grotte. Cambieranno inoltre il senso e lo spirito della collaborazione tra Comune, associazioni e cittadini per la riuscita delle manifestazioni che diventeranno a tutti gli effetti a scopo di lucro. Da culturali e sociali, gli eventi diventeranno politici e di consenso elettorale con l’erogazione dei contributi ai beneficiari. Chi si vuol favorire? E’ mai possibile che anche su questo si debba fare bassa propaganda? Per quanto ci riguarda, il gruppo consiliare ‘Centro Democratico’, è fermamente contrario a questa decisione della maggioranza di Guida. Le manifestazioni culturali sono una cosa, la politica un’altra, ben diversa. E vanno tenute separate, con correttezza e lealtà”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54044 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: