Conferenza Sindaci Asl, De Cristofaro abdica: insorge Noi Aversani

“Il sindaco di Aversa continua a svendere il ruolo di primo piano che dovrebbe rivendicare e che gli spetta quasi di diritto”. Questo il commento di Noi Aversani dopo la scelta del Sindaco di delegare il primo cittadino di Trentola Ducenta a rappresentarlo in seno alla Conferenza dei sindaci dell’Asl che si riuniva per la surroga di due componenti.

“Aversa, infatti – continuano gli esponenti di Noi Aversani – è sede di uno degli Ospedali più importanti della regione, secondo solo al Cardarelli per bacino di utenza (circa 500.000 persone), ed i problemi legati a tale presenza, che non si compensano con i benefici che ne dovrebbero derivare atteso che è notorio il funzionamento a scartamento ridotto di alcuni reparti e soprattutto del Pronto Soccorso, con problemi che quotidianamente si ripercuotono sui cittadini e sull’utenza. Pertanto, il Sindaco di Aversa ha deciso di rinunciare a quella che dovrebbe essere una prerogativa e sceglie di delegare Trentola Ducenta nell’assemblea dei Sindaci dell’Asl, non per una logica di programmazione, bensì per la spartizione di una poltrona. Il risultato, tra l’altro, è che oggi né Aversa né Trentola Ducenta hanno una rappresentanza diretta nella conferenza dei sindaci dell’Asl, che è un organo importantissimo. Ancora una volta, dunque, Aversa abdica al suo ruolo di punto di riferimento dell’intero Agro per incapacità politica di un sindaco che non riesce a farsi portavoce di un territorio rispetto al quale Aversa ha sempre avuto un ruolo guida. Forse la sua unica preoccupazione è la sua inconsistente corsa al sacchetto selvaggio? È una questione di sensibilità politica e civile perché la sanità non è una prerogativa di alcuni, ma un diritto di tutti”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 52860 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!