Contrasto fenomeno sversamento rifiuti: blitz tra il Casertano e il Napoletano

Operazione di controllo straordinario del territorio dei comuni di Napoli, Afragola, Nola, Carinaro, Castel Volturno, Marcianise e Mondragone.

In campo 38 equipaggi, per un totale di 92 unità appartenenti al Raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano, al Commissariato di P.S. di Nola, al Reparto Territoriale dei Carabinieri di Nola, Casalnuovo e Aversa, alla Compagnia della Guardia di Finanza di Aversa e Casalnuovo, al Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Napoli, alla Polizia Metropolitana e alla Polizia Provinciale di Caserta e ai Comandi delle Polizie locali di Napoli, Castel Volturno e Mondragone, nonché dei Comandi provinciali dei Vigili del Fuoco di Napoli e Caserta.

Sono state controllate 8 attività imprenditoriali e commerciali operanti nel settore del recupero e stoccaggio dei rifiuti, dell’edilizia e della riparazione e manutenzione di veicoli di cui 2 sequestrate.

7 sono stati gli autoveicoli controllati, 2 dei quali sanzionati per trasporto illecito di rifiuti non pericolosi ed un terzo sequestrato.

Sono state controllate 48 persone di cui 1 denunciata all’autorità giudiziaria e rinvenuti 7 nuovi siti di sversamento di rifiuti soldi urbani, di eternit e di materiale edile.

Nel complesso sono state contestate sanzioni amministrative per circa 21.000 euro.

In particolare, una ditta dedita al recupero e allo stoccaggio di rifiuti è stata sequestrata per inosservanza delle autorizzazioni in materia di trattamento dei rifiuti; 11 addetti alla lavorazione sono stati controllati e sottoposti ad ulteriori verifiche in materia di tutela del lavoro; il titolare è stato denunciato.

Presso un’azienda di recupero di materiale tessile, sanzionata per mancata tenuta dei registri di carico e scarico, sono stati individuati 20 dipendenti, 7 dei quali – fermati dai militari dopo un tentativo di fuga – sono risultati irregolari; l’azienda è stata sottoposta a provvedimento di chiusura.

Una ditta che commerciava materiale di recupero, non in regola con i registri di carico e scarico, è stata sanzionata per violazione della normativa sulla prevenzione incendio e sicurezza del lavoro.

I risultati, seppur ancora parziali in quanto l’attività di controllo è ancora in corso, sono il frutto della nuova modalità operativa di contrasto, promossa dall’Incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi nella regione Campania, Gerlando Iorio e approvata dai Comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica di Napoli e Caserta, basata su azioni coordinate, alle quali concorrono l’ Esercito, le Forze dell’Ordine e le Polizie Locali, anche per il controllo delle aree della Terra dei Fuochi dove hanno sede siti di stoccaggio e trattamento dei rifiuti.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 49835 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!