Aversa. Emergenza rifiuti, De Cristofaro chiede incontro col Prefetto

Anche oggi la questione rifiuti è l’argomento centrale affrontato presso la casa comunale. Il disagio che si sta verificando non solo nel comune normanno ma anche in altri comuni dell’agro risulta sempre più intollerabile per la comunità viste anche le alte temperature di questi giorni. Il problema rifiuti non compromette solo il decoro della città ma anche la stessa salute dei cittadini per tutte le conseguenze igienico-sanitarie derivanti dalla mancata rimozione dei rifiuti. Le difficoltà avvertite sul nostro territorio sono dovute al fatto che la raccolta non viene effettuata in maniera regolare e puntuale. C’è stata, inoltre, una comunicazione della Gisec relativamente ai disservizi dell’impianto Stir di S.M.Capua Vetere che potrebbero durare anche tre settimane. Una tale situazione ha generato non poca preoccupazione da parte del Sindaco Enrico de Cristofaro che stamane ha chiesto ufficialmente un incontro con il Prefetto di Caserta per discutere di tale problematica.

Sulla questione rifiuti è intervenuta anche l’assessore all’ambiente Marica De Angelis sottolineando che si tratta di “una situazione complessa che i singoli comuni subiscono ma per la quale poco o nulla possono, se non com’è stato fatto in questi giorni, organizzare alla meglio il servizio di raccolta, laddove lo stesso e’ stato garantito quasi del tutto. Tuttavia il protrarsi del guasto ci mette in una “posizione difficile” che potrebbe comportare ulteriore disagio. Pertanto si chiede la collaborazione della collettività tutta, sia nella riduzione delle attività di conferimento dei rifiuti (soprattutto della frazione del secco indifferenziato) che nel massimo rispetto del calendario di raccolta vigente“.

“Il problema impianti, – dice Michele Galluccio, consigliere comunale con delega alla Polizia Municipale e presidente della commissione consiliare ambiente – continua a creare problemi nella nostra provincia sul fronte della raccolta dei rifiuti. In particolare con il problema tecnico sulle linea di lavorazione del termovalorizzatore di Acerra ha comportato il rallentamento dello stir di Santa Maria Capua vetere con conseguente rallentamento della raccolta parte della ditta su tutto il territorio cittadino. Per questo si chiede la massima collaborazione nel cercare di migliorare la differenziata nel diminuire al minimo la quota di indifferenziato per non aggravare la situazione già critica. Purtroppo il problema di pochi impianti in Campania e’ancora irrisolto e finché non si faranno altri impianti, come quelli dell’umido, i problemi sono e saranno sempre dietro l’angolo”.

Anzia Cardillo

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 67073 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: