(VIDEO) Aversa. Di Maio in tribunale, Ferrillo: “Il vicepremier fugge al confronto…”

“Altro che governo dei cittadini. Di Maio fugge alle domande dei giornalisti”. Così Angelo Ferrillo, leader dell’associazione Terra dei Fuochi ed ex attivista M5S al margine della deposizione di Luigi Di Maiuo, vicepremier del governo Conte, nella querelle Casaleggio – Ferrillo.

Ferrillo è accusato di diffamazione nei confronti del fondatore del M5S, Gianroberto Casaleggio, con delle offese contenute in un suo post di Facebook.

I quattro, Beppe Grillo, Luigi Di Maio, Alessandro Di Battista e Davide Casaleggio sono stati citati come testi, dopo che il giudice ha accolto la richiesta di Marco de Scisciolo, avvocato di Angelo Ferrillo, uscito dal movimento dopo la mancata candidatura alle elezioni regionali della Campania nel 2015, chiamati a riferire sulla gestione del software della Casaleggio Associati e sulle procedure per le votazioni online.

“In udienza – dice Ferrillo nel video – Di Maio è stato contraddittorio sulla gestione del direttorio di cui lui era membro. Infatti prima ha detto che non aveva funzioni disciplinari e poi dalle cose che ha dichiarato emerge nettamente la funzione disciplinare del direttorio che passava le carte al comitato d’appello e successivamente ratificava l’espulsione definitiva. A queste si aggiungono le dichiarazioni lacunose sulla storia del MoVimento 5 Stelle, le responsabilità di Casaleggio nella gestione dei blog. Questa volta però il giudice non ha accolto la domanda della mia difesa che invece è passata per le tre volte precedenti con Di Battista, Casaleggio figlio e con lo stesso Beppe Grillo ovvero la gestione dei fondi provenienti dalla raccolta pubblicitaria online che avveniva tramite banner sul blog di Beppe Grillo che era non solo blog del comico genovere ma anche dei 5Stelle fino al dicembre dell’anno scorso 2017. Da quest’anno come sapete tutto è cambiato proprio per non incorrere in queste vicissitudini poco chiare”.

“Alla faccia di tutti i proclami con i quali loro si sono fatti strada politicamente si sono conquistati, appunto, un posto al governo. Alla faccia del governo dei cittadini, alla faccia della scorta che sarà la gente, alla faccia della trasparenza. Il processo continua: il 10 settembre la prossima udienza in cui questa volta la parola passerà a me: dirò tutto quello che c’è da dire a mia discolpa e in più farò emergere tutta la gestione del MoVimento 5 Stelle”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 39123 posts and counting.See all posts by admin

Translate »