Caserta. Un concerto alla Reggia sulla figura storica Maria Carolina D’Asburgo

La Reggia di Caserta farà da cornice al concerto ideato dal Maestro Ernesto Sparago coadiuvato da Eleonora Scalese Rosa sulla figura storica di Maria Carolina D’Asburgo, che si terrà il 30 giugno 2018 alle ore 19.00 all’interno della Cappella Platina.

Messo a punto con maestria per rievocare la figura di Maria Carolina D’Asburgo , lo scopo del concerto è quello raccontare in musica una donna di genio che regnava a Napoli, regina , moglie di Re Ferdinando IV di Borbone, personaggio dalle molteplici sfumature. E il racconto si dipana sull’esecuzione in tempi moderni di una cantata per soprano, coro ed orchestra composta dal musicista Gaspare Gabbelloni nel 1769, scritta per festeggiare la gloriosa nascita di Maria Carolina d’Austria . La cantata è un inedito rintracciato solo recentemente nella Biblioteca del Conservatorio di musica di S.Pietro a Majella di Napoli dal maestro Ernesto Sparago, studioso di musica barocca con una particolare attenzione alla scuola musicale del settecento napoletano e alla riscoperta di compositori cosiddetti minori. Il maestro Sparago ha curato la revisione e la trascrizione della cantata e del concerto per pianoforte di Domenico Cimarosa. La serata prevede tra l’altro l’esecuzione dell’inno del Regno delle due Sicilie con una parata di figuranti in abiti storici del Regno Borbonico del 700-800 che sfileranno nella Cappella Palatina con l’esposizione dell’abito di Carolina e del concerto per pianoforte ed orchestra di Domenico Cimarosa, massimo rappresentante della scuola musicale napoletana del settecento, che si impose con il suo talento e le sue opere anche presso altre corti europee. Il concerto sarà eseguito dall’orchestra e coro del Conservatorio Statale di musica di Frosinone “Licinio Refice”. L’orchestra è diretta dal maestro Giorgio Proietti, pianista Ernesto Sparago, soprano Teresa Sparaco. La parte scenica-teatrale è affidata ad Eleonora Scalese Rosa. La sfilata è curata da Design Studio “Le muse”. Per l’evento si ringrazia il Dott. Felicori per la concessione della Cappella Palatina, il Comune di Caserta, la Provincia di Caserta.

Cenni storici – La Regina Maria Carolina è stata una personalità di spicco rimasta intatta nei secoli. Donna estremamente attiva, era un’amante delle discussioni letterarie, delle arti ed era punto di incontro della cultura napoletana. Figura importante che rese famosi musicisti come F. Durante, D.Cimarosa,N. Jommelli. Si occupò delle questioni politico – sociali, proteggendo Napoli come se fosse la sua città natale, dando vita ad un importante momento di fioritura culturale. La regina Maria Carolina d’Austria, molto appassionata di musica, aveva ricevuto buone nozioni della materia dal Maestro della famiglia imperiale asburgica, Johann Adolf Hasse. Già da prima del suo matrimonio con il re di Napoli aveva incominciato a formare una collezione di partiture, che si ampliò notevolmente nel corso della sua vita partenopea. La collezione costituì la prima importante donazione fatta alla Biblioteca di San Pietro a Majella nel 1795 su sollecitazione di Saverio Mattei, regio delegato presso il Conservatorio napoletano e fondatore della biblioteca stessa. La collezione dei manoscritti di Maria Carolina, riconoscibili per la bella rilegatura in pelle con fregi in oro e per l’elegante grafia del testo musicale, consta di 170 titoli, in prevalenza opere rappresentate sulle scene napoletane, ma anche opere rappresentate in altre città, con un’ attenzione particolare a Vienna e alle opere del suo maestro Hasse.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 39833 posts and counting.See all posts by admin

Translate »