Stupro undicenne Castellammare, Borrelli: “Togliere patria potestà ai camorristi e affiliati”

“La violenza genera violenza, chi cresce in ambienti degradati inevitabilmente ne assorbe i comportamenti. I minori devono essere tutelati. Va impedito che di padre in figlio si passino il testimone. Per questo bisogna togliere la patria potestà ai camorristi e affiliati affinché non educhino alla violenza le nuove generazioni. Inoltre bisogna indagare anche i genitori per capire se sono stati complici o peggio mandanti di questi comportamenti”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi.

“ Le famiglie camorristiche, ha puntualizzato Borrelli, sono un serbatoio inesauribile di cattivi esempi degrado morale, fisico e psicologico. Sottrarre i minori a simili contesti e fornire loro la possibilità di crescere e formarsi in ambienti sani è un obbligo a cui le amministrazioni sono chiamate a rispondere. Basta con il buonismo verso i delinquenti e camorristi e i loro pargoli. Se questi ragazzini sono già delle belve la responsabilità è anche di chi li ha indirizzati su questa strada e potrebbe anche essere il mandante di stupri e violenze”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 56206 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: