Bollette telefoniche, istruttoria Agcom su Tim e Wind

L’Agcom, nell’ambito dell’attività di vigilanza sul ripristino della cadenza mensile della fatturazione e dei rinnovi delle offerte dei servizi di comunicazioni elettroniche, ha avviato un procedimento sanzionatorio per condotta non conforme alle disposizioni di settore, con particolare riferimento all’art. 70 del Codice delle comunicazioni elettroniche, nei confronti degli operatori TIM S.p.A e Wind Tre S.p.A.

Il Consiglio dell’Autorità ha preso in esame la riformulazione delle modifiche unilaterali delle condizioni contrattuali poste in essere dagli operatori successivamente al provvedimento n. 27087 con cui l’Autorità garante della concorrenza e del mercato è intervenuta nei confronti di Assotelecomunicazioni, TIM S.p.A, Wind Tre S.p.A, Fastweb S.p.A. e Vodafone S.p.A. in relazione all’asserita intesa concernente la determinazione delle modifiche di prezzo comunicate agli utenti in occasione della rimodulazione del ciclo di fatturazione in ottemperanza alla legge 172/2017.

A seguito della rideterminazione da parte degli operatori dell’originario aumento dei rinnovi delle offerte, l’Autorità ha richiamato TIM S.p.A e Wind Tre S.p.A al rispetto degli obblighi previsti dalla normativa di settore in materia di informativa nei confronti degli utenti interessati dalla nuova manovra al fine di consentire, anche mediante il legittimo esercizio del diritto di recesso, scelte contrattuali consapevoli.

In esito al monitoraggio svolto, è emerso che gli operatori richiamati non hanno assicurato, per il tramite delle comunicazioni rese all’utenza finale tramite SMS e sito aziendale, informazioni chiare, complete e trasparenti, risultando le stesse non adeguate per comprendere le reali condizioni economiche e così consentire agli utenti di scegliere se esercitare il diritto di recesso. È emerso altresì che le informative non hanno rispettato il quadro regolamentare in materia di diritto di recesso, con particolare riferimento alle modalità per esercitarlo. Per questi motivi è stato avviato un procedimento sanzionatorio.


Pertanto nel caso in cui l’utente/consumatore avesse rilevato costi ingiustificati sul proprio conto telefonico, potrà GRATUITAMENTE contattare DISSERVIZIOTELEFONICO.IT parte integrante di SOSUTENTICONSUMATORI.IT ai seguenti recapiti:

  • Numero Verde 800.177.569 (solo da rete fissa);
  • Numero Fisso 081.503.23.22 (anche da rete mobile);
  • Numero Mobile 328.55.46.306 (anche whatsapp).

Oppure scrivi compilando il MODULO CONTATTI e un consulente esperto provvederà a risponderti ed offrirti l’assistenza richiesta.

Perché affidarsi all’Associazione Sos Utenti Consumatori e DisservizioTelefonico.it?

Ecco le motivazioni:

  1. L’assistenza e la gestione della pratica sono a titolo GRATUITO;
  2. Semplice e Veloce, grazie alle nostre guide e l’assistenza dei nostri consulenti che ti permetteranno di avviare la tua pratica;
  3. l’Associazione provvederà, una volta ricevuto la documentazione richiesta, a rappresentarti a fine di tutelare i tuoi interessi;
  4. Aggiornamento continuo sullo stato di avanzamento della pratica fino all’ottenimento del tuo rimborso e/o risarcimento.

Disserviziotelefonico.it parte integrante di SosUtentiConsumatori.it sono da SEMPRE dalla parte dei più DEBOLI.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 37361 posts and counting.See all posts by admin

Translate »