(VIDEO) Aversa. Caso Ferrillo: Beppe Grillo al Tribunale Napoli Nord

Si è svolta questa mattina, presso l’aula p2 al primo piano del tribunale di Napoli Nord, l’udienza relativa alla causa della Casaleggio Associati contro Angelo Ferrillo, ex attivista 5stelle e attuale presidente dell’associazione Terra dei Fuochi, accusato di diffamazione nei confronti del fondatore del M5S, Gianroberto Casaleggio, con delle offese contenute in un suo post di Facebook.

I quattro, Beppe Grillo, Luigi Di Maio, Alessandro Di Battista e Davide Casaleggio sono stati citati come testi, dopo che il giudice ha accolto la richiesta di Marco de Scisciolo, avvocato di Angelo Ferrillo, uscito dal movimento dopo la mancata candidatura alle elezioni regionali della Campania nel 2015, chiamati a riferire sulla gestione del software della Casaleggio Associati e sulle procedure per le votazioni online.

In aula si è presentato Beppe Grillo, fondatore del Movimento. Nell’udienza datata 09 ottobre 2017 si erano sono presentati a deporre il figlio del fondatore del movimento politico, cioè Davide Casaleggio e Alessandro di Battista.

Il comico genovese ha risposto alle domande del PM e dell’avvocato di Ferrillo sottolineando più volte che le espulsioni durante la prima ora del movimento partivano direttamente da lui. Sulla questione fondi/soldi pubblicità provenienti dalla Casaleggio, Grillo ha affermato che “non c’e’ mai stato nessun rapporto economico tra il movimento e la stessa Casaleggio Associati. Il movimento non e’ nato per scopo di lucro ma per migliorare il Paese. E chi lo criticava era contro il cambiamento. Mettetevelo in testa. Noi vogliamo cambiare il Paese. Il M5S è nato dall’idea di due persone di successo, che stavano benissimo e non avevano particolarità necessità, come me e Casaleggio, ma solo per dare una mano al Paese.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 50976 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!