Forlì. Difende FN su internet, sindacalista CGIL cacciato: la solidarietà del Sinlai

“Paolo Anderlucci ha pagato. Sicuramente un conto eccessivamente salato. Dopo 13 anni di attività sindacale con la CGIL-FILLEA, viene espulso dal sindacato. Ma cosa ha fatto Paolo Anderlucci per finire così? Niente! Paolo Anderlucci ha solamente usato buon senso, onestà intellettuale, cosa rara oggi, in un momento storico-politico dove vige e regna l’ipocrisia, e lo ha messo per iscritto su un commento di un post”. E’ il commento del Sinlai (Sindacato Nazionale Lavoratori Italiani), sindacato vicino al movimento politico Forza Nuova.

“Paolo Anderlucci ha espresso solidarietà a Forza Nuova, dopo gli scontri che l’8 dicembre hanno visto protagonisti a Forlì, i militanti di Forza Nuova e gli antagonisti. Sottolineando un concetto giusto, ma che oggi non ha più nessuna valenza. ‘In democrazia chiunque deve essere libero di esprimere il proprio pensiero’ (il post di Anderlucci). Semplice, giusto, onesto. Per noi. Per gli “altri” suona quasi come una bestemmia, un tradimento ideologico che non si può esprimere. Lui l’ha fatto, e ha pagato. Ci sembra di capire quindi che chi professa l’antifascismo e la democrazia, si comporta allo “stesso modo” di chi vorrebbe combattere.
Esprimiamo solidarietà a Paolo Anderlucci invitandolo ad una conferenza su temi sindacali e del mondo del lavoro in una delle nostre sedi insieme ai nostri referenti e responsabili, cogliendo così l’occasione di presentare il nostro progetto sindacale del Sinlai”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 70506 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: