(VIDEO) Spagna. Dolore e lacrime per gli agenti Guardia Civil uccisi da Igor

Dolore, commozione, lacrime ma anche applausi per l’ultimo saluto ai due agenti della Guardia Civil, la polizia nazionale spagnola, morti durante un conflitto a fuoco mentre braccavano Norbert Feher, meglio conosciuto come Igor il russo. Con loro è rimasto ucciso anche un allevatore, José Luis Iranzo.

I due militari Víctor Romero Pérez e Víctor Jesús Caballero, erano senza uniforme ma con giubbotti antiproiettile stavano ispezionando la zona di Albalate del Arzobispo (Teruel) con l’aiuto di Iranzo, grande conoscitore di sentieri e dei monti. I poliziotti stavano un uomo, forse proprio Igor, che dieci giorni fa era entrato in una casa di lì e ferito due persone. Verso le 19 di giovedì 14 dicembre i tre hanno raggiunto il podere e al loro arrivo Igor ha aperto il fuoco e li ha uccisi. Quindi si è impossessato delle due pistole degli agenti ed è fuggito a bordo di un pick up verde. Successivamente Igor è stato arrestato.

Piazza di Spagna, sede del Consiglio comunale Teruel è stata allestita la camera ardente per rendere omaggio ai poliziotti. Per tutta la notte di ieri, colleghi, amici e gente comune hanno voluto mostrare le loro condoglianze alle famiglie.

Colleghi ufficiali e parenti hanno portato sulle spalle le bare con i corpi di entrambi dal municipio alla chiesa Santa María de Alcañiz dove si è svolta la cerimonia funebre.


Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54630 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: