Strage NY, l’Isis rivendica l’attacco: ‘Saipov è un nostro soldato’

L’Isis ha rivendicato l’attacco di New York di martedì scorso costato la vita a otto persone: lo riporta la stampa internazionale, che cita il giornale online Al-Naba del gruppo jahadista. “L’aggressore é uno dei soldati del califfato”, scrive il giornale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il killer di New York, Sayfullo Saipov, ha pianificato l’attacco per ”oltre un anno” (IL VIDEO) e lo ha compiuto in nome dell’Isis, seguendo il copione descritto dai manuali online del sedicente Stato islamico. L’aggressore di Halloween e’ accusato ora dalla polizia di New York e dell’Fbi di terrorismo. Saipov ha ammesso con gli investigatori di aver scelto di agire il giorno di Halloween per poter uccidere un maggior numero di persone. Identificate le ultime due delle otto vittime (viaggio finito in tragedia per 5 argentini).  Intanto Donald Trump annuncia l’ennesimo giro di vite sugli immigrati, sino a ventilare l’ipotesi di inviare Saipov e gli “animali” come lui a Guantanamo. E dopo l’attentato, domenica maratona blindata a New York.
Il killer di New York e’ arrivato negli Stati Uniti nel marzo del 2010 con una Green Card vinta alla lotteria annuale.

(ANSA)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 49225 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!