Caserta. Demedicalizzazione del 118, Ficco: “Mediazione con l’ASL? Senza risposte concrete, confermiamo sciopero”

“Decidere di eliminare i medici dalle ambulanze in servizio nella città di Caserta è la peggiore delle risposte che si potesse dare alla grave carenza di personale dedicato al servizio urgenza-emergenza del 118 dell’Asl casertana e, soprattutto, ai cittadini”. Lo afferma Paolo Ficco, Presidente nazionale del Saues, organizzazione sindacale dei medici dell’urgenza e emergenza (118 e Pronto soccorso), convocato per venerdì in prefettura per le procedure di conciliazione relative alla proclamazione dello sciopero indetto per il 28 novembre prossimo.

“Parteciperemo alla riunione convocata in Prefettura per l’avvio delle procedure di conciliazione senza pregiudizi – aggiunge Ficco -: è interesse del sindacato, e credo anche dell’azienda sanitaria, lo sblocco di una vertenza altrove già risolta”.

“E’ però evidente che in assenza di risposte credibili e concrete, che tutelino cioè il personale dell’urgenza emergenza e quindi dei pazienti, non recederemo di un passo”, conclude il presidente del Saues.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 62006 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: