Mugnano. Alessandra trascinata con l’auto e uccisa, Giuseppe rischia il carcere

È il giorno della verità per Giuseppe Varriale, il 24 enne accusato di aver ucciso la sua ex fidanzata e attualmente agli arresti domiciliari. Il giovane, che nella notte tra giovedì e venerdì ha trascinato con la sua auto Alessandra Madonna, morta qualche ora dopo nell’ospedale San Giuliano di Giugliano a causa delle ferite riportate, comparirà davanti al gip Barbara Del Pizzo per l’udienza di convalida dell’arresto. E’ quanto riporta l’edizione online de ‘IlMattino’.

In quella sede il magistrato della Procura di Napoli nord sarà chiamato a decidere non solo sulla misura cautelare, voluta dal pm Valeria Palmieri, ma anche sul capo di imputazione, che per ora è quello di omicidio volontario. Giuseppe, come annunciato dal suo legale, l’avvocato Nicola Pomponio, non resterà in silenzio: racconterà la sua versione dei fatti, ribadendo che «si è trattato di una tragica fatalità e che non c’era alcuna intenzione di fare del male ad Alessandra». [clicca qui – continua a leggere]


Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 49835 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!