Piedimonte Matese. Comunali, Di Lorenzo nuovo Sindaco

Il giovane dott. Luigi Di Lorenzo, Dirigente Medico Fisiatra dell’ Azienda Ospedaliera “G.RUMMO” Benevento è il nuovo sindaco di Piedimonte Matese.

“Mi corre l’obbligo, – ha dichiarato il nuovo Sindaco di Piedimonte Matese Dott. Luigi Di Lorenzo, – di ringraziare tutti coloro che ci sono stati vicino e ci hanno sostenuto sostenendoci con la loro fiducia. Come ho anticipato durante la campagna elettorale, la nostra sarà una amministrazione aperta al dialogo e al confronto con la popolazione per la risoluzione dei problemi. In relazione al carattere strutturale della crisi, occorre riportare il nostro Comune a costruire forme di collaborazione virtuosa con gli enti ed in primis, come già detto, con i Comuni limitrofi dell’area territoriale circostante: ciò può avvenire per diversi temi quali l’economia, il territorio, l’ambiente, i servizi scolastici, i servizi pubblici, i servizi tecnici-finanziari. L’obiettivo è integrare, razionalizzare, qualificare, rendere efficiente l’offerta dei servizi pubblici comunali in una logica di rete e di contenimento dei costi. La pianificazione territoriale del nostro comune sarà il tema programmatico più importante che ci prefiggiamo in quanto il suo sviluppo deve avvenire tramite l’integrazione degli aspetti ambientali con quelli umani ed economici. È necessario creare un’identità territoriale nel bacino dell’Alto Casertano – Parco del Matese con interconnessioni dirette con le realtà dei comuni confinanti che sono riusciti già a partire in questa direzione. In tal senso è fondamentale porre le basi per lo sfruttamento del territorio in maniera sostenibile con attività ricreative, naturalistiche e culturali, inserendosi in tutti i circuiti virtuosi del turismo alternativo e rurale e stipulando accordi duraturi con associazioni che operano sul territorio. Siamo certi che il sistema agricolo locale può riuscire a risollevarsi, come abbiamo spiegato durante la nostra campagna elettorale, solo sviluppando il concetto di filiera corta legata alle produzioni tipiche locali. Gli incentivi a favore del processo di valorizzazione del settore potranno passare attraverso gli strumenti di finanziamento comunitario e l’instaurazione di rapporti con la cooperazione. Con questi obiettivi l’Amministrazione sosterrà tutte le iniziative che gli agricoltori intraprenderanno per tendere alla nascita dell’economia agricola locale”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 61071 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: