Trump: “Ricongiungere Israele e Palestina ardua impresa”

Per il Presidente americano Donald Trump la pace tra le due parti è un’impresa più difficile di come se l’aspettasse. Innanzitutto c’è da dire che quest’ultimo non sta rispettando a pieno il programma elettorale, lasciando l’amaro in bocca a tanti americani che lo hanno votato.
Dico questo perchè un Presidente che dice di voler combattere il terrorismo non sigla un accordo per la vendita di armamenti all’Arabia Saudita che è storico alleato dei terroristi. Non sappiamo adesso se sia stato indotto o meno a farlo dai poteri forti americani, ma quel che conta è che la sua politica utopistica non si sta realizzando.
Per la mattinata di oggi è previsto l’incontro in Cisgiordania con la maggiore autorità palestinese, Abu Mazen. La Palestina sta rivendicando un diritto che a mio avviso non le può essere negato. Vuole semplicemente che sia sancito a livello internazionale un suo territorio ufficiale. Questo potrebbe ridurre anche l’influenza del terrorismo, in quanto si potrà avere una maggiore stabilità geopolitica. In serata intorno alle 18.30 è previsto l’arrivo del Presidente Trump a Roma dove incontrerà Papa Francesco in una Roma più blindata che mai, mentre le proteste imperversano nello Yemen e sulla Striscia di Gaza.
Davide Simeone
Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 60876 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: