Immigrati, CasaPound: referendum contro legge su minori non accompagnati, è sostituzione di popolo

“Dietro l’apparente motivazione umanitaria, la nuova legge approvata dal Parlamento sul divieto di respingimento dei ‘minori non accompagnati’ cela semplicemente la volontà di procedere all’ultimo atto della sostituzione di popolo. Per questo motivo inizieremo la raccolta firme per un referendum abrogativo non appena sarà tecnicamente possibile, dato che non lo si può fare nell’anno che precede lo scioglimento del Parlamento”. Lo comunica Simone Di Stefano, vicepresidente di CasaPound Italia, che così motiva le ragioni dell’iniziativa: “La legge rappresenta un vero e proprio incentivo all’arrivo di migliaia di giovani stranieri, minori o in grado di spacciarsi per tali, dato che sappiamo bene come funzioni l’accertamento dell’identità dei nuovi arrivati. Nel 2016 ne sono sbarcati 25846, quasi il doppio rispetto al 2015. Non si tratta di bambini (i minori da 0 a 7 anni arrivati nel 2016 sono solo 38) ma per lo più di adolescenti a ridosso della maggiore età, spesso inviati dalle famiglie proprio per sfruttare le maggiori tutele che il nostro ordinamento garantisce ai minorenni. Del resto autorevoli centri studi hanno lanciato l’allarme sulle possibili infiltrazioni dell’Isis, che punterebbe proprio agli immigrati più giovani. Come ‘minore non accompagnato’ è entrato in Italia Anis Amri, lo stragista di Berlino”.

Per Di Stefano, inoltre, “la relazione di questa legge con la sostituzione di popolo è palese nelle parole stesse della prima firmataria, Sandra Zampa, secondo la quale ‘questo provvedimento è un investimento per un Paese che registra un saldo demografico negativo’. La volontà di sostituire la gioventù italiana con gioventù straniera è quindi del tutto dichiarata, laddove uno Stato serio darebbe sostegni concreti alle famiglie per incrementare la crescita demografica, come noi abbiamo proposto con il Reddito Nazionale di Natalità. Contestualmente, ci sembra doveroso fare di tutto affinché questa legge venga cancellata, vista anche l’arrendevolezza con cui alcuni presunti ‘sovranisti’ dell’ultim’ora l’hanno accolta in Parlamento, preferendo astenersi piuttosto che votare contro”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54759 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: