Aversa. Massa: “Un’aggressione mediatica senza precedenti nei confronti di De Cristofaro”

“Mi ero già espresso sull’indecenza del quotidiano assedio di polemisti e questuanti di professione al Sindaco, alla Giunta e alla maggioranza consiliare, ma evidentemente certe perverse dinamiche restano ben radicate nei comportamenti di alcuni”. Dichiara così l’avvocato aversano Luigi Massa, già candidato tra le fila della coalizione a sostegno di De Cristofaro con la lista Aversa Unica, ispirata dal movimento fondato dall’ex ministro Corrado Passera.

“Ci troviamo di fronte ad un’aggressione mediatica senza precedenti riservata all’amministrazione De Cristofaro sin dal suo insediamento. Sembra che nulla venga perdonato. Tutto viene ingigantito. E non c’è piccolo o grande problema che non gli sia addebitato, con un misto di populismo e qualunquismo senza misura. Mi chiedo dove fossero e quale ruolo avessero ieri i tanti accusatori di oggi. Che De Cristofaro abbia davvero e finalmente iniziato a scardinare certi interessi, a scontentare qualche notabile o a rispedire al mittente qualche pretesa poco meritocratica o trasparente? Può chi sia dotato di minimo buon senso accusare un’amministrazione nata da nemmeno quattro mesi di non riuscire a risolvere ogni male atavico della nostra Città? Dopo quanto tempo dalle elezioni si potrà sperare di archiviare la pura demagogia o la retorica di parte, per cooperare in modo costruttivo al miglioramento della vita quotidiana dei cittadini? Nessuno, tanto meno il sottoscritto, ha mai inteso o intende tacere rispetto ad alcune evidenti sbavature nella primissima azione di governo, ma assistere a interventi pregiudizialmente critici o a veri e propri processi alle intenzioni, conditi da buona dose di fantasiose dietrologie e da argomenti di opinabile ragionevolezza, è francamente demoralizzante. Così – ribadisce Massa – come appare desolante un panorama costretto tra qualche politico di lungo corso impegnato solo a darsi fatua visibilità, dimenticando di aver gestito potere locale per decenni e, dunque, di essere corresponsabile dei tanti problemi della nostra città; e qualche neofita che, pur animato da un encomiabile desiderio di partecipazione civica, rischia solo di forzare tempi e modi, esprimendo così un dissenso fine a se stesso e senza prospettiva. Lo ripeto: ci vuole un impegno paziente, generoso e disinteressato da parte di tutti per risollevare le sorti di Aversa. È troppo facile fare rumore. Più difficile è costruire e farlo in silenzio”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 50030 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!