Volalto Caserta, questione Palazzetto: la società rosanero risponde a Di Costanzo

In riferimento al comunicato del Presidente della Provincia di Caserta Di Costanzo, premesso che la società VolAlto condivide la linea politica di sostenere e dare spazio a tutte le discipline sportive, è doveroso chiarire che la proposta avanzata dal club rosanero di prendere in gestione il palazzetto, deriva esclusivamente dalla volontà di superare disservizi già esistenti. La Società inoltre teme un possibile peggioramento della situazione in vista del passaggio di competenze alla Regione e del conseguente decentramento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Di certo – afferma il Presidente Barbagallo – non è nostra intenzione averne un utilizzo esclusivo, cosa peraltro chiaramente esposta nella bozza di contratto di gestione che era stata stilata  con l’allora Agis. Tale situazione – prosegue il massimo dirigente rosanero- è nota ed è dimostrabile dalle foto allegate, che confermano lo stato di fatto e di degrado della struttura, a tre giorni dall’inizio della stagione sportiva. Oltre le mille difficoltà ed i disagi cui sono ormai  abituati gli spettatori, immagino l’ idea che si faranno le nuove atlete, parte delle quali provengono da realtà importanti del centro Nord”.
In riferimento alla presunta incapacità economica della VolAlto addotta dal Presidente  Di Costanzo  quale motivazione per giustificare il rifiuto della richiesta di gestione del Palazzetto, “si tratta-  aggiunge Barbagallo – di dichiarazioni nettamente infondate e  lesive dell’immagine della Società che si  riserva di adottare le relative misure nelle sedi competenti, atte a tutelare il nome e l’immagine di un Club conosciuto a livello Nazionale grazie ai risultati raggiunti”.
La Volalto si augura che tale situazione possa essere serenamente  chiarita e risolta quanto prima, nella prospettiva comune che vede lo Sport senza colori politici, ma  specchio e vanto di un territorio e invita la classe politica, ad essere seriamente piu presente in quelle che sono le esigenze di tutte le società sportive della Provincia di Caserta.
“Diversamente-  conclude Barbagallo – se tale situazione non dovesse risolversi e consentire  il normale svolgimento  degli allenamenti, la Società si vedrà suo malgrado costretta, a trasferire su altro comune, dotato di idonee strutture, tutte le attività; circostanza che auspichiamo non avvenga mai”.
Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 60876 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: