Aversa. Amministrazione De Cristofaro, Massa: “Basta ai disfattisti per sport!”

Purtroppo anche ad Aversa il disfattismo pare sia lo sport per eccellenza, praticato dai tanti critici a prescindere, dai pessimisti per vocazione e dai dietrologi per professione“. Questo il giudizio caustico dell’avvocato aversano Luigi Massa, coordinatore provinciale di Italia Unica, il partito fondato dall’ex ministro Corrado Passera  e suo stretto collaboratore per i temi della Legalità e della Giustizia.

Dall’insediamento di Enrico De Cristofaro, non c’è giorno in cui qualche disfattista militante manchi occasione per gettare ombre o dubbi su qualunque cosa che veda impegnato il nuovo Sindaco. A partire dalla rottura che ha interessato la rete idrica, passando per il problema delle blatte, giungendo alla riapertura del Parco Pozzi, con una immancabile puntatina alla formazione della Giunta o ai ruoli principali del Consiglio Comunale, non c’è questione che non solletichi qualche polemica sterile o qualche dichiarazione retorica, con il malcelato tentativo solo di ostacolare o mettere sotto una luce opaca chi ha avuto il più imperdonabile dei demeriti: vincere le ultime elezioni. C’è un Sindaco che profonde ogni immediata energia, seguendo personalmente i lavori di ricerca e poi ripristino della perdita idrica? Ecco chi alza subito il ditino per additare chissà qualche operazione di marketing dietro una persona che non ha timore di stare tra la gente e assumersi le sue responsabilità. C’è un Sindaco che, dovendo far fronte all’inerzia di altri, si fa carico di organizzare una disinfestazione tampone contro le blatte? Ecco che qualcuno subito grida alla lentezza e alla tardività dell’intervento, senza nemmeno conoscere (o peggio, conoscendo bene), procedure e competenze che anche un Sindaco deve necessariamente rispettare.

luigi massaC’è un Sindaco che, volendo riconsegnare alla città il suo Parco più importante, si impegna a conoscere le problematiche tecniche da risolvere per ottenere la sua più celere riapertura? Ecco il disfattista del giorno che, prima, martella con inedita costanza per denunciare ogni ulteriore secondo di ritardo, poi, inaugurato il nuovo Parco, si diletta nel contestare l’organizzazione dell’evento, nell’adombrare chissà quali opachi interessi o nell’irridere l’efficacia della regolamentazione approntata a tutela del Parco, perché tanto andrà tutto presto in malora. C’è un Sindaco – ribadisce Massa – che si sta impegnando per approntare un assetto di governo rinnovato e qualificato, nel rispetto degli impegni politici presi, innanzitutto con la Città? Ecco che filosofi illuminati della politica in poltrona si affannano a censurare, denunciare, criticare, paventare scambi, compromessi, patti scellerati, veti incrociati, perché tanto (come lunga esperienza insegna a loro…) così funziona. Sarebbe, magari, il caso di avere un approccio più equilibrato e più di buon senso in questa primissima fase della nuova esperienza amministrativa. Da parte di tutti. Non esiste una bacchetta magica per l’immediata risoluzione dei problemi. E chiunque, di qualunque parte e orientamento politico, sa che dovrebbe superare identici scogli. Si conceda il giusto tempo per operare. Poi, se sarà necessario, non mancherà tempo per criticare. E nessuno si sottrarrà al giudizio“.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54864 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: