ALP Volley Aversa. La B2 si avvicina: battuta Castellammare in gara 1 dei play-off‏

Nessuno riesce a fermare l’Alp Airri Volley Aversa. Le normanne battono nettamente (3-0) l’altra corazzata della Serie C femminile, la Link University Campus di Castellammare di Stabia e vedono sempre più da vicino la promozione in Serie B2. Chi ha assistito alla gara ha capito cosa voglia dire la perfezione nello sport. Errori ridotti al minimo, ricezioni perfette e attacchi sempre indirizzati nelle zone dove si poteva fare più male. Una gara preparata in modo esemplare da coach Nico Borghesio e dal suo staff e ora bisognerà ripetere la stessa prestazione maiuscola anche sabato prossimo, in trasferta, alle 19. In terra napoletana si potrà scrivere una pagina importante di questa società, guidata dal presidente Gianni Apicella, che sta facendo passi da gigante per entrare nella élite del volley nazionale.

Senza storie la gara 1 di questi play off promozione in una palestra della ‘De Curtis’ piena in ogni ordine di posto. Subito avanti l’Alp Airi Aversa con l’ace di Ilaria Mancini e lo straordinario primo tempo di Federica Nina che fissano il risultato immediatamente sul 6-2. La Link University Campus prova ad accorciare (7-5) ma ci pensa ancora la forte centrale Nina a rimandare dietro le avversaria con una fast da applausi che si stampa nei 3 metri. Al primo time-out tecnico il vantaggio delle normanne da amministrare è di ben 5 punti (12-7) grazie alla ‘bomba’ che piega le mani alla difesa stabiese del capitano Carmen Gargiulo. Il primo set scorre veloce con le padrone di casa che riescono a portarsi addirittura +10 sull’errore in ricezione delle avversarie (19-9). L’Alp va sul 21-12 costringendo la Link Campus University a fermarsi per la seconda volta per un ‘discrezionale’. Il ventiquattresimo punto porta la firma di Nina e ci sono ben 11 palle set. Ma ne basta una visto che Carmen Imperato trova l’ace e si va al cambio campo sul 25-13.

L’Alp Airri Aversa dimostra di essere una grande squadra e in pochi secondi è già 5-2 grazie al pallonetto da ‘2’ in ‘5’ di Mancini che regala spettacolo ai presenti sugli spalti della ‘De Curtis’. E sul 6-2 coach Vincenzo Esposito chiama il primo ‘discrezionale’ del secondo parziale per fermare l’onda d’urto normanna. Ma il vantaggio delle aversane del presidente Apicella anziché diminuire aumenta con l’attacco out di Serenella Matarazzo e quello perfetto di Gargiulo che non trova alcuna resistenza (10-4). A portare le due formazioni in panchina è ancora il capitano dell’Alp che in diagonale trova prima il nastro e poi il campo (12-6). Al rientro in campo però Castellammare dimostra di essere viva trovando un break (chiuso da un servizio vincente) che porta Borghesio a chiedere il time-out discrezionale (12-10). Le normanne quindi alzano il ritmo del proprio gioco e vanno nuovamente +5 (15-10) con l’ace di Gargiulo e il tocco a rete di Ilaria Rossi. Le stabiesi riescono a rifarsi sotto (17-14) ma è un fuoco di paglia perché le padrone di casa non mollano di una virgola e si portano 20-16. Dall’altra parte della rete però c’è la capolista del girone B e non l’ultima squadra del campionato. E non ci sta ad arrendersi fino a portarsi fino al -2 (21-19). Attacco out di Imperato ed è 21-20. Il pari sulla parallela di Matarazzo che non viene difesa. Si va punto a punto. Il 24-23 è di Nina che riesce a passare al centro. Ed è set point. Castellammare lo annulla. Si va ai vantaggi. Ace del capitano Gargiulo ed è 28-27. E il 2-0 arriva al punto dopo: ricezione errata e palla che torna nella metà campo aversana, bagher di Rossi, palleggio di Martina Migliardo per l’opposto Mancini che non sbaglia e con un mani e fuori sigla il 29-27.

Come successo anche nei parziali precedenti, l’Alp Airri Aversa prova subito a trovare un vantaggio importante e si porta 7-2 grazie a tre aces consecutivi di Rossi. E il tecnico Esposito, come successo anche nei primi due set, è costretto a chiamare time-out. Al rientro in campo break di 5 punti del Link Campus University ed è pareggio col muro su Imperato. E quindi si inizia ad andare avanti a suon di cambi palla con le due squadre che si danno battaglia su ogni punto. Doppio vantaggio Alp grazie alla fast di Nina e al muro di Rossi (11-9). Al time-out tecnico normanne avanti di 3 (12-9) col mani e fuori di capitan Gargiulo. La centrale Nina trova l’ace e si regala il 13-9. Imperato vuole chiudere la partita il prima possibile e con un preciso diagonale stampa il +6 (16-

10). Parallela che si prende gli applausi di tutto il palazzetto dell’opposto Mancini per il 19-13. Ventesimo punto di Nina ed è ancora + 6 (20-14). Due aces consecutivi di Imperato e tabellone che riporta 23-14. Il set è ormai andato. Così come la partita. A chiuderla è Rossi con una fast che stampa il 25-17. Può partire la ‘prima’ festa. Quella definitiva potrebbe esserci sabato prossimo. Ma occhio a pensare di andare a Castellammare per una passeggiata. Servirà la migliore Alp per sbancare il palazzetto stabiese. E solamente insieme sarà possibile farlo.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 39833 posts and counting.See all posts by admin

Translate »