Cesa. Attestati Protezione Civile, Magurno: “Non sono falsi, è stata solo superficialità”

E’ stato soltanto superficialità. Non sono falsi“. A dirlo Francesco Magurno, volontario Protezione Civile che ha partecipato come istruttore alla due giorni di corsi svoltisi il 20 e 21 febbraio scorsi tra Cesa e Carinaro per un corso teorico/pratico di Protezione Civile rivolto ai volontari iscritti (leggi qui). Il geometra di Carinaro interviene sulla vicenda degli attestati falsi scoperti dai consiglieri di minoranza del gruppo Cesa C’è, ieri una volta recatosi alla scuola di Protezione Civile a Napoli (leggi qui).

“Chiarisco che non si tratta di atti falsi bensì di un errore nel compilare gli attestati prendendo spunto proprio da quelli della scuola regionale di Protezione Civile scaricabili dal loro sito. Il nostro intento era quello di creare moduli attinenti ai nostri standard ma quando mi sono accorto dell’errore, il materiale è stato subito inserito in una cartella per la distruzione ancor prima di iniziare il corso. E’ stata una leggerezza, mai e poi mai potevamo falsicare degli atti istituzionali. Non capisco come siano potuti finire alla scuola di Protezione Civile a Napoli. Tali attestati non sono stati nemmeno consegnati a chi ha partecipato al corso. Sono una persona onesta, come gli altri, che mettiamo a disposizione il nostro tempo per il volontariato. E’ soltanto una polemica a fini politici. Ribadisco che tale corso, organizzato col Comune di Cesa, non sono stati stanziati alcun tipo di fondi pertanto l’intero corso teorico/pratico di Protezione Civile si è svolto in maniera gratuita”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54768 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: