Gite scolastiche, interrogazione di Sgambato: “No a carichi eccessivi sui docenti”

La gita scolastica è per ogni studente una bellissima esperienza formativa di crescita dal punto di vista umano e relazionale. Dobbiamo incentivarle, non scoraggiarle caricando di eccessive responsabilità i docenti accompagnatori. Purtroppo sempre più spesso sento dire a colleghi insegnanti che accompagnare i ragazzi in gita è diventato un impegno troppo gravoso per questo ho deciso di chiedere al Governo di fare uno sforzo per trovare il giusto equilibrio tra le irrinunciabili esigenze di sicurezza e la ragionevole responsabilizzazione di dirigenti e docenti”. Lo afferma Camilla Sgambato, deputata del Partito Democratico, componente della Commissione Cultura e Istruzione, nonché insegnante, che recependo le sollecitazioni giunte dal mondo della scuola, si è fatta promotrice di una interrogazione, firmata dalla maggior parte dei deputati della settima commissione, ai ministri delle Politiche Sociali e dell’Istruzione avente ad oggetto le disposizioni previste dal Protocollo d’intesa siglato il 5 gennaio 2015 con il Ministero dell’Interno e la Polizia stradale e da una circolare del Miur del febbraio scorso che pongono una serie di obblighi in capo ai docenti chiamati a vigilare sulle aziende di trasporto, sul conducente e sulla idoneità del veicolo e a segnalare ogni irregolarità alla Polizia Stradale.

L’interrogazione chiede dunque ai ministri se “non ritengano utile e necessario intervenire affinché il ruolo dei dirigenti e dei docenti accompagnatori non sia gravato di ulteriori responsabilità e competenze al fine di poter salvaguardare il diritto dei ragazzi di partecipare a visite scolastiche e viaggi di gruppo pur tenuto conto dell’importanza delle iniziative per la sicurezza dei nostri studenti”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 54938 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: