Donna morta durante aborto, ospedale e comunità scossi

Non abbiamo avuto, per il momento, alcuna comunicazione formale sull’arrivo degli ispettori del Ministero, ma siamo pronti a collaborare“. Lo ha detto all’ANSA il direttore sanitario del Cardarelli di Napoli Franco Paradiso in merito alla decisione del ministro della Salute Beatrice Lorenzin di inviare gli ispettori per fare luce sulla morte di Gabriella Cipolletta la giovane 19enne deceduta ieri a seguito di un intervento per interruzione di gravidanza. ”Siamo scossi ma sereni”.

Luigi SarnataroÈ una tragedia che sconvolge tutta la comunità“. Così, il sindaco di Mugnano di Napoli, Luigi Sarnataro, ha commentato, in una nota, la morte di una giovane concittadina di 20 anni, Gabriella Cipolletta, avvenuta durante un aborto volontario praticato nell’ospedale Cardarelli di Napoli. “A nome mio e di tutta l’amministrazione – continua il sindaco – esprimo le mie più sentite condoglianze alla famiglia Cipolletta. Stiamo cercando di capire anche noi cosa sia realmente accaduto – ha spiegato Sarnataro – e se, eventualmente, si sia trattato di un caso di malasanità. Sappiamo in ogni caso che esiste un problema di sovraffollamento nelle nostre strutture ospedaliere, dovuto ai continui tagli alla sanità, che sicuramente non consente al personale medico di lavorare in totale serenità“.

(ANSA)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 53909 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: